Web e comunicazione politica

Tre risultati elettorali indovinati analizzando il web

Print Friendly, PDF & Email

Mi è stato chiesto più volte se il web “sposta voti” o se è possibile prevedere il risultato elettorale analizzando i dati statistici sul web.

Ho preparato le slide che trovate in basso, analizzando tre campagne politiche sul web che ho gestito e come nei tre casi spiegati ho annunciato ai candidati l’esito del voto prima del silenzio elettorale.
Sono tre campagne diverse tra loro quelle che ho analizzato, ma li ho resi del tutto indipendenti dai partiti politici, puntando sulle difficoltà basate sulle risorse economiche disponibili e sulle diverse tipologie di clienti.

In particolare nelle slide ho analizzato l’esito di un candidato sindaco di una grande città, discostandomi dal reale risultato elettorale solo del 4%. In questo caso i sondaggi “tradizionali” davano risultati completamente opposti proponendo come perdente il candidato da me curato.

Il secondo caso è stato un esercizio tecnico per indovinare analizzando alcuni parametri sul web, l’esatta affluenza al referendum del 2011.

Il terzo caso si basa sulla comunicazione web relativa ad un candidato alla sua prima esperienza durante le europee del 2014. Anche in questo caso ho analizzato l’esatto numero di preferenze ottenuto dal candidato contro ogni pronostico.

Nelle slide evidenzio alcune metodi per stabilire i risultati analizzando i commenti e i dati provenienti dal web. In tutti i casi dimostro che ho sempre inviato i miei risultati il giorno prima del silenzio elettorale.

Con questo post cerco di evidenziare che ormai i sondaggi eseguiti con metodi tradizionali sono inutili, costosi e con una variabilità enorme.

Per cui la mia risposta alla classica domanda:
Ma il web sposta voti? La risposta è SI
E’ possibile stabilire l’esito elettorale analizzando i social e il web? La risposta anche qui è SI

E voi cosa ne pensate?


Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Come recuperare il Product Key di Windows e Office

Post successivo

Aumentare la durata degli smartphone

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *