AndroidAntivirus e sicurezzaBlackberry - RIMProblemi informatici: soluzioniSmartPhone e CellulariSoftware & APP utiliTruffe internet

Come conservare password in modo sicuro

Print Friendly, PDF & Email

Chi di voi non ha memorizzato almeno una volta il PIN del proprio bancomat nella rubrica del proprio cellulare pensando di nasconderla in modo originale? La soluzione tutto sommato ha la sua efficacia, ma diventa poi complesso gestire in modo semplice tutte le credenziali che quotidianamente dobbiamo ricordare, ad esempio gli accessi alla banca online, alla nostra email, Facebook, PayPal, ecc..

Da anni esistono programmi in grado di gestire in modo sicuro e semplice tutti i dati sensibili che quotidianamente utilizziamo in modo imprudente.

Dopo averne provati tanti da anni ne utilizzo uno in particolare per la conservazione delle password e dei miei dati personali sensibili. Si chiama Keepass ed è disponibile sia per tutti i sistemi operativi tra cui Android, Iphone (IOS), Blackberry, Symbian, Windows mobile.

I vantaggi dell’utilizzare un software per la gestione delle proprie password e dei propri dati:

  • Una sola app per tutte le piattaforme, che sia pc con windows, linux, mac o uno smartphone;
  • I dati vengono crittografati, non sono mai salvati in “chiaro”. Sono quindi illeggibili anche in caso di furto del proprio dispositivo.
  • l’accesso alle informazioni avviene con una sola password, che però deve essere abbastanza complessa;.
  • Si ricercano facilmente le informazioni anche se abbiamo memorizzato centinaia di dati;
  • E’ possibile fare il copia e incolla del nome utente e della password per l’utilizzo immediato su un sito web;
  • Il software crea delle password complesse, evitando quindi di doverci inventare frasi troppo difficili da ricordare o troppo semplici da indovinare;
  • Copiando il file delle password possiamo avere sempre una copia in sicurezza. Pensate se perdete la rubrica del vostro cellulare cosa può accadere

Svantaggi nell’utilizzo

  • In genere sembra che si perda più tempo per accedere al programma, poi ricercare la password ed in fine utilizzare un PIN ad esempio, ma dopo aver fatto un po’ di pratica diventa tutto molto semplice.
  • Si corre il rischio di perdere il file delle credenziali e quindi perdere tutti i dati. Per questo è necessario ricordarsi di fare copie del file con frequenza.

Spero di avervi dato indicazioni sull’utilità di questi programmi, ad oggi vi consiglio quello che io reputo il migliore: Keepass (http://keepass.info)

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Come creare una copia ISO di Windows 8 e Windows 8.1

Post successivo

Soluzione: Wordpress è “Momentaneamente non disponibile per manutenzione”

2 Commenti

  1. 28 giugno 2017 at 23:05 — Rispondi

    Ho appena realizzato un piccolo “aggeggino” che può semplificare il corretto uso delle password per tutti i nostri account, il suo nome è BioPass. Utilizza la biometria per ricercare, decriptare e incollare dove servono le nostre password.
    Per tutti i dettagli e per vedere BioPass in funzione rimando alla pagina dedicata al progetto: http://gadaletamassimiliano.blogspot.it/2017/06/biopass-il-modulo-per-la-gestione-delle.html

    • 4 luglio 2017 at 14:06

      Non male come idea, ho visto e notato, se vuoi faccio una recensione, ma se ho ben capito non ne hai più di uno e puoi spedirlo.
      Ad ogni modo devi cercare di renderlo più piccolo e considerando il costo devi aggiungere dei servizi a corredo, come assistenza, aggiornamenti per un anno, ecc…

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *