Spam combatterloTruffe internet

False email FINECO e Poste Italiane

Sto ricevendo alcune email apparentemente inviate da Banca FINECO e Poste Italiane (tutte le banche sono colpite da tale fenomeno), le quali esortano al destinatario di inviare i propri dati bancari per motivi diversi, per esempio, tentativi d’accesso al sito della banca falliti, documenti perduti, ecc..

Questa tecnica nota come phishing, che vuol dire “abboccare”, sfrutta la brutta abitudine di utilizzare i client email sempre in modalità  lettura HTML.In altre parole l’email che stiamo leggendo, contiene elementi reali della banca, come il logo, le scritte e perfino link ad animazioni flash pubblicitarie, ma il link relativo all’accesso al nostro conto corrente, punta ad un sito copiato della banca.Inserendo i nostri dati per l’accesso al conto corrente, stiamo inviando i dati ai “furbi” che ora possono accedere comodamente sul nostro conto, mentre noi stiamo ancora tentando inutilmente di inserire i dati d’accesso sul finto sito, che dirà  connessione in corso … attendere prego, oppure “si prega di riprovare più tardi”.

Tutto questo per dare il tempo ai truffatori di fare ciò che vogliono. Invito pertanto a NON rispondere, ne cliccare sui link presenti in tali email. Infatti anche se l’email sembra provenire dall’indirizzo reale della banca e il link riportato nell’email è https://www.miabanca.it, (tutte le banche sono colpite da tale fenomeno), potrebbe trattarsi di un falso, soprattutto se ci chiedono di inserire utente e password.

Purtroppo esistono alcuni piccoli “trucchi” che consentono di visualizzare un link nell’email ma di “caricare” una pagina non appartenente alla banca. Il PHISHING, trae in inganno proprio per la perfetta falsificazione del mittente e dell’impostazione grafica dell’email. Tali finte email, hanno un testo scritto in un italiano appena impreciso, ma alcune sono scritte in un italiano perfetto.

Consiglio sempre di memorizzare nei preferiti il link della Vostra banca e di controllare ad ogni accesso la correttezza dell’indirizzo, lettera per lettera. Io solitamente ci navigo prima proprio per vedere se è il vero sito o solo la copia finta di alcune pagine. 15 Agosto 2005

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Sito web dinamico: a chi può servire

Post successivo

Cambiare Vista da Starter a Home premium a Business

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.