Criptomonete

Investire le criptomente come i bitcoin con il Minning

Print Friendly, PDF & Email

Fare minning, vuol dire tecnicamente minare, così come si procede con il carbone, oro, mercurio, cioè si “scava” in questo caso si fanno operazioni matematiche per ottenere un guadagno.
Analogamente minare criptomonete come i Bitcoin vuol dire eseguire operazioni matematiche molto complesse per consentire la transazione delle varie criptovalute tra due conti, ottenendo in cambio una piccola percentuale di utile. Per fare un esempio, se è necessario trasferire 0,1 btc da A a B, per eseguire questa transazione, l’utente A, pagherà 0,1 btc + una piccola quantità da riversare a tutti coloro sulla rete contribuiscono alla conferma della transazione. Maggiore è la “commissione” scelta dall’utente A, maggiore sarà il guadagno per tutti, minore sarà il tempo necessario per elaborare questa transazione, minore quindi sarà il tempo dell’utente B per ottenere l’importo e vederlo anche confermato.

Nei primi anni del 2009, quando il bitcoin era ancora ai primi passi, era sufficiente un pc comune, connesso alla rete tramite il semplice wallet per ottenere importanti commissioni. Oggi i wallet non hanno più questa funzione, ma esistono principalmente tre sistemi per entrare nel mondo del minning.

  1. Utilizzare il proprio pc per il minning: In questo caso si utilizza la propria connessione e la propria energia elettrica. Ad oggi questa modalità non è più conveniente in quanto il numero di transazioni da elaborare è così alto da rendere altissimi i costi di energia elettrica, di raffreddamento oltre ad essere necessaria una potenza molto elevata del processore, rendono questa tipologia non remunerativa;
  2. Utilizzare macchine virtuale presso un data center: Questa tipologia può essere remunerativa a patto che si scelga un server molto potente e che il costo mensile di fitto sia accettabile. Utilizzo in forma sperimentale alcune soluzioni su OVH, ma ad oggi il margine è ancora troppo basso, tra qualche mese ne farà un report;
  3. Affidarsi a server farm esterne: Spesso queste server farm sono posizionate in luoghi freddi per risparmiare energia elettrica e condividono l’hardware per i calcoli tra più persone. Presso queste server farm è possibile acquistare e/o noleggiare potenti dispositivi connessi alla rete ottenendone un margine giornaliero, ed è su questo che punteremo la nostra attenzione;

I migliori sistemi di minning per criptovalute

Le due i più grandi server farm per minare criptovalute sono Genesis Mining e Hashflare, le migliori in fatto di storia, affidabilità e semplicità di gestione. Esistono moltissime altre server farm per il minning, spesso con profitti più alti o con interfacce grafiche più attraenti, ma è bene tener presente che eventuali guadagni ottenuti dall’attività di minning avviene su lunghissimo tempo, per cui affidarsi a server farm consolidate e con basso rischio di fallimento è fondamentale. Ma vediamo la differenza tra le due società.

Ho realizzato questa tabella per semplificarne il confronto, chi volesse provare può partire da questi due link:

Registrati e inizia a minare con Genesis Mining (per i tuoi acquisti utilizza il codice: P3aNS7 grazie al quale è possibile avere agevolazioni)

Registrati e inizia a minare con Hashflare

Attenzione: Le Hyips sono attività ad alto rischio di investimento, va versato solo quanto si è disposti a perdere.
Questo post non è un invito o consiglio all’investimento, ma una mia personale analisi.

Confronto tra Genesis Mining e Hashflare per minare criptovalute

 Genesis MiningHashflare
LocalizzazioneIslandaEstonia
Costi 1 Mhs Ether30 USD22 USD
CriptovaluteLe più comuni, Ether, Monero, Dash, ZEC, BTCEther, Dash, Zec, BTC
PagamentoAl raggiungimento di 0,005 btc o comunque al raggiungimento di una soglia in modo automatico.Avviene su richiesta dell'utente, qualunque sia la somma.
InterfacciaEssenziale, manca una parte statisticaBen curata, con la presenza di molti grafici e ben chiari
AssistenzaImmediata e sempre disponibileImmediata e sempre disponibile
Problemi tecniciMolto rari, in 3 anni solo 2 problemi segnalatiOttimizzano molto, può capitare che sospendano il prelievo per manutenzione
Margini di guadagno
Rientro investimento
14 mesi12 mesi
AffidabilitàMolto elevataMolto elevata
Modalità acquisto MhsCarta d credito, BtcCarta d credito, Btc, reinvestimento dei fondi guadagnati
Scadenza pacchettoSi, normalmente 1 anno, poco ritorno dell'investimentoNessuna scadenza, azione più corretta
Offerte periodicheRare, qualche volta codici scontiNessuna
Confronto tra Genesis Mining e Hashflare per minare criptovalute

 

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Investire nelle criptomonete, come i bitcoin: i rischi da evitare

Post successivo

Investire criptomonete con BitPetite

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *