Problemi informatici: soluzioni

Come rendere Windows 10 in italiano

Print Friendly, PDF & Email

Acquistando alcuni portatili come quelli LENOVO, può capitare di ricevere Windows 10 in inglese e non in lingua italiana. Prima di Windows 8 in questi casi era necessario reinstallare Windows in versione italiana, attività molto complessa e lunga. Con Windows 8 e ovviamente Windows 10, modificare la lingua è semplicissimo.

Vediamo come rendere Windows 10 in lingua italiana con questi semplici passaggi

  1. Cliccare sul menù Start, si trova in basso a sinistra e ha come simbolo il logo si Windows;
  2. Andare poi su Settings (sarebbe impostazioni);
  3. Qui selezionare Time & language (diventerà poi in italiano ora & lingue);
  4. Ora andare nella sezione Region & language, trovate questa voce nella parte sinistra della schermata;
  5. Ora impostare il menù a tendina Country or region che trovate in alto su Italy. In molti casi è già selezionata su Italy. Questa impostazione è utile solo per il formato della valute, date e orari;
  6. Ora in basso cliccare su Add a language, si trova nella parte centrale della pagina, ovviamente selezionare Italiano e dare ok;
  7. Dovreste a questo punto vedere tra le lingue disponibili: Italiano (italia);
  8. Ora clicchiamo su Options e successivamente su Download;
  9. A questo punto automaticamente si scaricherà il pacchetto lingua italiana. Anche la successiva installazione avverrà automaticamente. L’operazione dura qualche minuto tra scariucamento dei file e installazione;
  10. Ora non resta che riavviare, per fare questo fare click sul pulsante Start, poi scegliere Shut down

Al riavvio che impiegherà qualche minuto in più del normale per installare i file relativi alla lingua italiana, troverete tutte le voci in italiano sia dei menù che delle varie schermate “impostazioni, “Pannello di controllo”, ecc… E’ bene tenere presente che in alcuni casi durante gli aggiornamenti di Windows 10, durante la fase di installazione e riavvio degli aggiornamenti alcuni messaggi sono in lingua inglese. Per quelli non c’e’ molto da fare, del resto sono solo avvisi e capita su tutti i pc con windows.

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Addio al contrassegno assicurativo, ecco come controllare la copertura online

Post successivo

Come scrivere un buon post su Facebook

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *