Truffe internetVirus combatterli

Virus del volo MH370, attenzione al falso video è infetto

Print Friendly, PDF & Email

Il mistero del volo MH370 della Malaysia Airlines ha generato in rete virus del volo MH370, malware pronti ad infettare molti pc.

La curiosità suscitata da molti eventi è nota, a tal punto che in rete sono nate attività di ricerca collaborativa sul caso del volo MH370 della Malaysia Airlines da giorno scomparso nel nulla. In un post apposito cerco di tenere aggiornato

Finto video del volo MH370 della Malaysia Airlines infetto da malware
Finto video del volo MH370 della Malaysia Airlines infetto da malware

un diario sul caso, ma allo stesso tempo il volo MH370 della Malaysia Airlines è contornato da molte ‘bufale’ e inevitabili virus informatici.

TrendMicro, nota per le sue soluzioni informatiche sulla sicurezza ha evidenziato un virus in un finto video sul finto

ritrovamento del volo MH370, che nelle ultime ore si sta diffondendo sui tradizionali canali: e-mail, Facebook, YouTube, Google+, Twitter.

Anche in questo caso il finto messaggio sul ritrovamento fa perno sulla curiosità dell’evento, invitando l’utente alla visione del video, che di fatto però è assolutamente non veritiero e innocula in virus ecc…

I motivi della diffusione di tale video è semplice, hacker sfruttano questi eventi mediatici per diffondere virus tutt’altro che innocui, nella maggior parte dei casi sono keylogger, particolari virus che inviano su pc remoti quanti si sta digitando sulle proprie tastiere. Quindi accessi a banche, pin, numeri di carta di credito e indirizzi internet delle nostre banche online, credenziali sui social network.

Il messaggio o il post che si sta diffondendo in queste ore è ancora in lingua inglese, sta subendo alcune varianti ne propongo alcuni:

«Malaysian Airlines missing flight MH370 found in Sea — 50 people alive saved»
«Shocking Video: Malaysian Airlines missing flight MH370 found at sea»
«Malaysian Airplane MH370 Already Found. Shocking Video Release Today by CNN».

In alcuni messaggi la foto riprodotta nel finto video è quella dell’aereo della Lion Air che cadde a Bali nell’aprile 2013.

Questa volta per il virus del volo MH370, si è utilizzato come veicolo un finto video, la sua diffusione quindi non avviene solo tramite email, dove sistemi antispam e antivirus potrebbero limitarne la diffusione, ma si sta diffondendo tramite i principali social network tra cui ovviamente FaceBook, ma anche su Google Plus in modo evidente e virale.

Per i più tecnici è bene sapere che il virus del volo MH370 mira al furto delle credenziali d’accesso utilizzati per i social network dei nostri account, utilizzando codici maligni sfruttando tecnologie BHO e JS. La tecnologia BHO è utilizzata per infettare il pc con il Trojan BHO ( Win32 : BHO – ALX [ Trj ]), al semplice click sul finto video, mentre la tecnologia JS è utilizzata per catturare le nostre informazioni.

Il consiglio è sempre lo stesso, non cliccare sul link e avere sempre un buon antivirus installato, come ad esempio il NOD32, un antivirus non gratuito, ma che da solo vale tutti gli interventi sul nostro pc e sui danni provocati da questi virus.

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Volo MH370 della Malaysia Airlines: cronologia della scomparsa del Boeing 777

Post successivo

I migliori antivirus per Android

2 Commenti

  1. 27 Marzo 2014 at 20:35 — Rispondi

    No, al 27 marzo ancora ci sono immagini dei satelliti, ma sul posto non è arrivato alcun mezzo di soccorso per motivi vari.

  2. Rosario
    27 Marzo 2014 at 7:46 — Rispondi

    Bel post, hai novità per il giorno 27 marzo? Sembra siano stati trovati alcuni pezzi dai satelliti cinesi.

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *