Problemi informatici: soluzioniWindows

Ripristino configurazione del registro di sistema per Windows XP e Millenium

Print Friendly, PDF & Email

Può capitare che un Pc infetto e ripulito da spyware, virus, spambot, ecc.., abbia  il registro di configurazione di Windows sporco. Alcuni sistemi operativi, come Windows XP e Millenium, hanno un efficiente quanto pericoloso sistema di ripristino configurazione, che consente al sistema operativo, di utilizzare l’ultima configurazione valida del registro, se si dovesse verificare qualche problema.Il rischio è quello di ripulire il computer e il registro, ma ripristinare un registro di configurazione precedente per uno stupido blocco del sistema.

E’ necessario quindi, creare una copia del registro di configurazione appena ripulito, eliminando quindi copie di ripristino pericolose.Per fare questo è sufficiente eseguire:Start -> Tutti i programmi -> Accessori -> Utilità  di sistema -> Ripristino configurazione di sistema.Quando si apre la scheda del programma cliccare su Crea un punto di ripristino poi su Avanti e inserire una descrizione, poi fare clic su Crea.

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione.

Post precedente

Continuano le truffe via e-mail per gli aiuti nel Sud-Est Asiatico.

Post successivo

Problema cisvc.exe

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *