Gestire più connessioni di rete contemporaneamente con Windows

Ecco come gestire più connessioni di rete contemporaneamente con Windows, senza dover modificare i parametri ogni volta ad ogni spostamento.

Tutti ci siamo imbattuti almeno una volta nella configurazione della scheda di rete dei nostri portatili quando ci spostiamo tra i vari uffici.
Intendiamoci, non è nulla di complicato, ma è noioso da ripete ogni volta inserendo i parametri di rete.

Vediamo il tipico caso lavoro/casa.
Spesso la configurazione di rete da utilizzare al lavoro è diversa rispetto a quella di casa. Ad esempio se ci troviamo in ufficio dobbiamo usare indirizzi IP specifici assegnati per il nostro pc (in modo statico), mentre a casa avendo una semplice ADSL, va cambiata la configurazione di rete impostandola in modalità automatica (DHCP).
Ad ogni modo, ogni giorno e ad ogni spostamento siamo costretti ad inserire diversi parametri di rete, appuntandoli da qualche parte.

La soluzione al problema esiste anche per i sistemi Windows,è molto simile a quella già presente sui Mac che hanno nativamente questa funzione nelle impostazioni della scheda di rete consistente nella possibilità di poter configurare illimitati parametri di rete e di poterli poi attivare all’occorrenza semplicemente con un “accedi” e “spegni”.
Per chi si occupa di reti e di informatica in genere sa bene che avere un modo per salvare e gestire più configurazioni come nel caso dei Mac è importantissimo.

Sui sistemi Windows non so per quale motivo, Microsoft non ha ancora realizzato questa semplice funzione, ma da 2016 utilizzo NetSetMan, un programma freeware per uso privato e molto economico (pochi dollari), per uso professionale che risolve il problema e fa anche molto di più e lo fa anche bene.

Vediamolo come configurare più paramenti di rete con NetSetMan

NetSetMan consente di preimpostare i parametri di rete per 6 differenti impostazioni nella versione free, mentre nella versione professionale non prevede limiti sul numero di configurazioni.
Per ogni configurazione è possibile specificare ovviamente il nome, ad esempio: Ufficio, Sala Riunioni, Cliente A, Casa, ecc…

NetSetMan
Gestione di più connessioni di rete con windows.

Per ogni singola configurazione è possibile selezionare su quale scheda di rete “uscire”, connessione wifi, ethernet, eventuali schede di rete virtuali, i relativi parametri di rete o la modalità automatica (DHCP). Eventualmente consente anche di impostare più indirizzi di rete per la stessa configurazione.

Ovviamente la gestione dei DNS anche qui è molto semplice ed è personalizzata per ogni connessione.

L’applicativo consente di essere utilizzato in modo molto rapido. Ad esempio nella sua forma compatta, elenca solo le connessioni configurate e il testo “Attiva”.
Cliccando sul pulsante “Attiva”, si disconnette dalla configurazione “attuale” e si “connette” con la configurazione di rete selezionata.

NetSetMan
Gestione di più connessioni di rete con windows.

Nella quasi totalità dei casi è sufficiente la configurazione dei primi due parametri, ma NetSetMan fa molto di più, di seguito vi elenco le tantissime funzioni utilizzabili per ogni configurazione:

  • Stampante predefinita: Se vi trovate in ufficio, automaticamente imposterà la stampante idonea;
  • Connessioni RAS, DUN, PPP, VPN da abilitare. Funzione molto utile, soprattutto per le VPN eliminando la necessità di utilizzo di altri programmini simili;
  • Cambiare nome del computer: fondamentale per essere vista in una rete;
  • WorkGroup;
  • Impostazioni di sistema: Qui si entra molto nel dettaglio, dal tipo di schermo, dimensione, sfondo, salvaschermo, al tema, alla combinazione di tasti, livello audio e microfoni.
    Ma anche gestione del firewall di windows e impostazioni dell’orario e del risparmio energetico, fino all’indirizzo del MAC address da impostare;
  • Server SMTP: Anche questo utile in molte realtà, alcune aziende aprono la porta 25 solo ad alcuni server;
  • Unità di rete: E’ possibile impostare dischi esterni a cui collegarsi, molto articolata come configurazione e ben fatta;
  • Host: Interessante questa funzione, consente di inserire indirizzi IP nel file host (che si trova in Windows -> System32 -> Driver -> Etc) per la risoluzione di alcuni domini interni;
  • Script: La possibilità di poter eseguire script esterni all’avvio della connessione;
  • IPV6: Impostazione indirizzo IP versione 6, con molte funzioni disponibili.

Ormai lo utilizzo da diverso tempo, ad oggi non ho trovato soluzione migliore, se hai consigli o altri software simili da consigliare, lascia un tuo commenti in basso.

Felice Balsamo

Classe '75, si dedica alla sua passione di sempre, l’informatica. Inizia la sua attività nel 1998 gestendo un internet provider configurando router CISCO e Modem 33,6 Kbit/s. Dal 2001 si dedica alla realizzazione di servizi web,SOAP,WSDL, DTT (Digitale Terrestre), protocollo MHP per servizi interattivi del digitale terrestre. Dal 2006 cura e gestisce CMS ottimizzati per le attività SEO, si occupa di comunicazione web per aziende e campagne politiche. Dal 2008 al 2012 è Consigliere Nazionale di Assoprovider (www.assoprovider.net), carica ricoperta per 2 mandati consecutivi fino al Maggio 2012. Da Luglio 2011 affianca le attività di comunicazione, informatizzazione, razionalizzazione delle risorse economiche e contrasto all'evasione per il Comune di Napoli curando la delega all'informatizzazione. Seguimi sul mio profilo Facebook: https://www.facebook.com/balsamofelice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.